Dicembre 4, 2022

Le minacce sul web: Giorgio e l’Opinionista scalza.

2 min read

I fascisti non si smentiscono mai: pochi argomenti, idee confuse e molte minacce. Se poi si tratta di una donna il repertorio è sempre quello: succhia. Na noia.

   

Come si vede mi ha scritto Giorgio. Gli piaccio, è evidente: mi si vuol proprio fare.

Non so se tutto questo desiderio sia dovuto a qualche commento che ho fatto in giro: forse quello in cui dicevo che i ristoratori che si lamentano han poco da lamentarsi, perchè i soldi del decreto ristori li hanno ricevuti in base alla dichiarazione dei redditi 2018, e quindi se hanno preso due euro in croce ci sono buone probabilità fossero degli evasori fiscali? Oppure quello in cui mi dichiaravo per nulla stupita della connessione fra estrema destra e movimenti negazionisti, emersa in seguito all’arresto di un tizio a Savona?

O magari Giorgio, per chissà quali vie traverse, è capitato sul blog e non gli è piaciuto qualche articolo (posto sappia leggere): forse ha da ridire sulla sintassi, ad esempio. Ed esprime il suo dissenso come riesce. Io ci ho anche provato a dirgli che sarebbe buona creanza, in democrazia, esternare le proprie rimostranze in pubblico, e non nella bolla di Messenger: ma si vede che lui, per farselo succhiare, preferisce un’atmosfera più intima, ancora rischia la defaillance.

Resta che Giorgio si è rivelato un po’ ingenuo

Un nonno giovane, nato all’inizio degli anni ’80.

Chi sia Giorgio purtroppo non posso dirvelo, visto che si tratta di una conversazione privata: basti sapere che è rimasto indirettamente coinvolto in un notissimo fatto di cronaca.

E poi si è fatto incriminare per istigazione a delinquere, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, favoreggiamento ed interruzione di pubblico servizio: perchè in quel di una città del centro Italia aggrediva i Carabinieri che tentavano di controllare le dinamiche di spaccio di droga fra extracomunitari al grido di “Guarda che carabinieri di merda! Siete dei cani, siete dei pezzi di merda, andate da quei bastardi e tirateglielo dalle mani (per far fuggire l’identificato ndr)… Ci state militarizzando”.

Insomma, ha le idee un po’ confuse, Giorgio: non gli garba una che sta dalla parte di un Governo che dice ci sia una pandemia, questo schifoso Governo di sinistra che ci vuole vaccinare… e però vuole il libero spaccio in libero stato non militarizzato.

La conclusione è banale: Giorgio, io te lo succhio anche, ci manca solo, se me lo chiedi in sti termini come rifiutarmi?! Poi, capirai, è fra le mie massime aspirazioni che un uomo mi conceda di succhiarglielo, la mia autostima ne uscirebbe finalmente appagata. 

Solo una domanda: lo scappellamento lo preferisci a destra o a sinistra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>